• Italia
  • mercoledì 24 aprile 2019

Lo sciopero della scuola del 17 maggio è stato revocato in seguito a un accordo tra governo e sindacati

Lo sciopero generale della scuola indetto per il prossimo 17 maggio è stato revocato in seguito all’accordo raggiunto tra governo e sindacati in una riunione notturna che si è conclusa nelle prime ore di questa mattina. Alla riunione hanno partecipato i rappresentanti dei sindacati Flc Cgil, Cisl, Uil scuola, Snals e Gilda, il ministro dell’Istruzione Marco Bussetti e il presidente del Consiglio Conte. L’accordo raggiunto prevede soprattutto lo stanziamento di nuovi fondi per incrementare gli stipendi nel nuovo contratto collettivo per il triennio 2019-2021, adeguandoli alla media dei contratti europei, e la stabilizzazione degli insegnanti precari, a cominciare da quelli che hanno almeno tre anni di servizio, secondo un principio di riconoscimento della esperienza maturata.

Giornata o, meglio, notte impegnativa. Sono le 6 del mattino e si è appena conclusa una riunione fiume con i sindacati…

Gepostet von Giuseppe Conte am Dienstag, 23. April 2019

(EPA/Adam Warzawa)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.