• Mondo
  • venerdì 19 aprile 2019

Dal 2021 la pesca elettrica sarà vietata in tutta l’Unione Europea

Martedì 16 aprile il Parlamento Europeo ha votato a favore del divieto della pesca elettrica in tutta l’Unione a partire dal 2021: i pescherecci europei non potranno utilizzare questo tipo di pesca in tutte le acque in cui transiteranno, quindi anche al di fuori dell’Unione Europea. La pesca elettrica (detta anche elettropesca) consiste nell’invio di scariche elettriche attraverso le reti posizionate sui fondali: i pesci non subiscono ferite o danni visibili ma vengono storditi, e poi raccolti con altre reti. Questa tecnica, che permette di catturare grandi quantità di pesci senza particolare sforzo, è vietata già dal 1998 ma dal 2006 alcune deroghe hanno permesso a 85 pescherecci, quasi tutti olandesi, di continuare a utilizzarla nel Mare del Nord. L’accordo ha richiesto un anno di contrattazioni: il divieto sarà ufficialmente in vigore a partire dall’1 luglio 2021, ma i singoli stati potranno decidere di vietare l’uso della pesca elettrica già prima.

(Ton Koene/picture-alliance/dpa/AP Images)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.