• Sport
  • venerdì 19 aprile 2019

Il nuotatore italiano Andrea Vergani è risultato positivo alla cannabis in un test antidoping

Il nuotatore italiano Andrea Vergani è risultato positivo al THC, uno dei maggiori principi attivi della cannabis, in un test antidoping condotto dall’Organizzazione Nazionale Anti Doping (NADO) durante i campionati italiani assoluti di Riccione dello scorso 2 aprile. Vergani, che ha 21 anni e nel 2018 aveva vinto il bronzo agli Europei di Glasgow nei 50 metri stile libero e il bronzo ai Mondiali in vasca corta di Hangzhou nella 4×50 stile libero, è stato sospeso da ogni attività sportiva.

(YouTube)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.