• Sport
  • venerdì 19 aprile 2019

Il nuotatore italiano Andrea Vergani è risultato positivo alla cannabis in un test antidoping

Il nuotatore italiano Andrea Vergani è risultato positivo al THC, uno dei maggiori principi attivi della cannabis, in un test antidoping condotto dall’Organizzazione Nazionale Anti Doping (NADO) durante i campionati italiani assoluti di Riccione dello scorso 2 aprile. Vergani, che ha 21 anni e nel 2018 aveva vinto il bronzo agli Europei di Glasgow nei 50 metri stile libero e il bronzo ai Mondiali in vasca corta di Hangzhou nella 4×50 stile libero, è stato sospeso da ogni attività sportiva.

(YouTube)