• Mondo
  • venerdì 19 aprile 2019

In Algeria ci sono proteste per il nono venerdì consecutivo

Decine di migliaia di persone stanno manifestando in diverse città dell’Algeria per il nono venerdì consecutivo. Le proteste sono continuate anche dopo le dimissioni di Abdelaziz Bouteflika, presidente algerino in carica per quasi 20 anni, e l’annuncio di nuove elezioni presidenziali per il prossimo 4 luglio. I manifestanti chiedono riforme radicali, un vero pluralismo politico e che si metta fine alla corruzione dilagante. Inoltre vogliono che si dimettano anche il presidente ad interim Abdelkader Bensalah e il primo ministro ad interim Noureddine Bedoui, considerati troppo vicino a Bouteflika. Per ora le proteste sono state prevalentemente pacifiche e l’esercito si è limitato a tenere sotto controllo la situazione, ma Ahmed Gaed Salah, capo di stato maggiore dell’esercito algerino, ha detto che l’esercito sta valutando tutte le opzioni per risolvere la crisi. Salah non ha specificato quali misure potrebbe adottare l’esercito ma ha avvertito i manifestanti che “il tempo sta per terminare”.

Un momento delle manifestazioni dello scorso 12 aprile (AP Photo/Fateh Guidoum)
TAG:

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.