UniCredit pagherà 1,3 miliardi di dollari agli Stati Uniti per aver violato le sanzioni contro l’Iran

UniCredit e due sue sussidiarie hanno accettato di pagare 1,3 miliardi di dollari alle autorità statunitensi per aver violato il regime delle sanzioni statunitensi nei confronti dell’Iran e di altri paesi, tra cui Cuba e Libia, scrive Reuters. Tra il 2007 e il 2011 la divisione tedesca di UniCredit ha spostato centinaia di milioni di dollari attraverso il sistema finanziario statunitense per conto di entità sanzionate, ha riferito il Dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti. L’indagine si è conclusa dopo sei anni. Negli ultimi anni dieci banche diverse sono state penalizzate dalle autorità statunitensi per violazioni relative alle sanzioni a paesi stranieri.

(EPA/MATTIA SEDDA/ANSA)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.