SIAE e Soundreef, le due società che raccolgono i diritti d’autore in Italia, hanno trovato un accordo per risolvere le loro cause legali

SIAE e Soundreef, le due società che raccolgono i diritti d’autore in Italia, hanno trovato un accordo per risolvere le cause legali che si erano reciprocamente intentate e regolare più chiaramente il mercato dei diritti d’autore per la musica. SIAE era sempre stata monopolista della raccolta dei diritti d’autore in Italia, fino a che una decisione del parlamento europeo aveva imposto la liberalizzazione del mercato. Soundreef, tramite la società LEA, aveva allora cominciato ad operare anche in Italia, in un contesto legale però ancora fumoso che aveva portato a diverse cause tra le due società. Il nuovo accordo prevede tra le altre cose il riconoscimento reciproco di SIAE e Soundreef e il riconoscimento del fatto che gli utilizzatori di musica che ora hanno una licenza SIAE dovranno ottenerne una anche da Soundreef (tramite LEA) se vogliono diffondere musica di artisti che hanno scelto di lasciare SIAE (il più noto di loro è Fedez).

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.