Fiat Chrysler pagherà 110 milioni di dollari per chiudere una causa intentata dai suoi azionisti

La casa automobilistica italo-statunitense Fiat Chrysler Automobiles (FCA) si è impegnata a pagare 110 milioni di dollari (97 milioni di euro) di patteggiamento per chiudere una causa intentata da alcuni suoi azionisti, che avevano accusato la società di aver dato informazioni fuorvianti agli investitori sui motori diesel e sul mancato rispetto delle norme federali. Come scrive Reuters, la società ha detto in un comunicato che «continua a negare con forza le accuse di illeciti».

(Uli Deck/picture-alliance/dpa/AP Images)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.