All’aeroporto di Treviso è stato attivato brevemente il piano di emergenza per un Boeing 737 di Ryanair che produceva fumo da un motore

Questa mattina all’aeroporto “Antonio Canova” di Treviso è stato attivato un piano di emergenza per un Boeing 737 di Ryanair proveniente da Napoli, dopo la segnalazione del pilota sulla presenza di una scia di fumo da uno dei due motori. L’aereo è regolarmente atterrato alle 7:54 del mattino, senza problemi per le circa 170 persone a bordo. Le verifiche al motore hanno consentito di individuare una perdita d’olio che aveva causato la produzione del fumo. Il Boeing 737 sarebbe dovuto poi ripartire per Napoli, ma è rimasto a terra per ulteriori verifiche.

(Getty Images)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.