Tim Burton con Alessio Cremonini e Carlo Conti – David di Donatello, 27 marzo (ANSA/CLAUDIO PERI)

Le foto e i premi dei David di Donatello

Il film della serata è stato "Dogman", il miglior attore Alessandro Borghi e la migliore attrice Elena Sofia Ricci

Tim Burton con Alessio Cremonini e Carlo Conti – David di Donatello, 27 marzo (ANSA/CLAUDIO PERI)

Sono stati assegnati ieri sera i David di Donatello, i più importanti premi del cinema italiano. Dogman, diretto da Matteo Garrone, ha vinto il premio per il miglior film e altri otto premi,  compresi quelli per la miglior regia e la miglior sceneggiatura. Ma sono andati bene anche Sulla mia pelle, che ha vinto i premio per il miglior regista esordiente, il miglior produttore e il migliore attore protagonista (Alessandro Borghi). Il premio per la miglior attrice non protagonista è invece andato a Elena Sofia Ricci, che è stata Veronica Lario in Loro. Chiamami col tuo nome ha vinto i premi per la miglior sceneggiatura non originale e per la miglior canzone originale: “Mistery of Love” di Sufjan Stevens.

Nel corso della serata sono stati assegnati anche David speciali a Tim Burton, Uma Thurman e Dario Argento, che ha fatto notare, un po’ piccato, che in tutta la sua carriera non gli era stato assegnato nemmeno un David. Il premio a Burton è stato consegnato da Benigni, che lo ha definito “un italiano come noi”, per la sua creatività. Nel vincere il premio per il miglior film Garrone ha detto: «Speriamo che se i televisori diventano sempre più grandi le sale cinematografiche non diventino sempre più piccole». Dopo aver ricevuto il David per aver interpretato Stefano Cucchi, Alessandro Borghi ha invece detto: «Questo premio è di Stefano Cucchi e va all’importanza di restare umani e di essere riconosciuti come tali a prescindere da tutto».

Tutti i premi dei David
Miglior film – Dogman
Miglior regia – Matteo Garrone, Dogman
Miglior attore – Alessandro Borghi, Sulla mia pelle
Miglior attrice – Elena Sofia Ricci, Loro
Miglior attore non protagonista – Edoardo Pesce, Dogman
Miglior attrice non protagonista – Marina Confalone, Il vizio della speranza
Miglior regista esordiente – Alessio Cremonini, Sulla mia pelle
Miglior sceneggiatura originale – Dogman
Miglior sceneggiatura non originale – Chiamami col tuo nome
Miglior montaggio – Dogman
Miglior fotografia – Dogman
Miglior scenografia – Dogman
Migliori costumi – Capri Revolution
Miglior trucco – Dogman
Migliori acconciature – Loro
Miglior musicista – Sascha Ring e Philipp Thimm, Capri Revolution
Miglior canzone originale – Sufjan Stevens, Mistery of Love (Chiamami col tuo nome)
Miglior suono – Dogman
Miglior film straniero – Roma
Migliori effetti visivi – Il ragazzo invisibile – Seconda generazione
Miglior documentario – Santiago, Italia
Miglior cortometraggio – Frontiera
Miglior produttore – Sulla mia pelle