• Mondo
  • mercoledì 27 marzo 2019

Israele e Hamas si sono accordati su una tregua informale, che però finora sta reggendo poco

Martedì sera Israele e Hamas si sono accordati su una tregua informale per mettere fine ai bombardamenti israeliani nella Striscia di Gaza e al lancio di razzi dalla Striscia verso Israele. La tregua, che è stata trovata grazie alla mediazione di funzionari egiziani, sta comunque reggendo poco. Da martedì sera, tre razzi sono stati lanciati dalla Striscia verso il deserto del Negev, in Israele, mentre altri due sono stati intercettati dal sistema di difesa missilistico israeliano Iron Dome. Israele ha risposto mercoledì mattina compiendo attacchi aerei limitati su Rafah e Khan Yunis, nella Striscia.

I bombardamenti israeliani nella Striscia di Gaza sono iniziati lunedì, in risposta al lancio di un razzo da parte di Hamas che aveva colpito la comunità israeliana di Mishmeret, circa 20 chilometri a nord di Tel Aviv, e che aveva ferito sette persone. Era dal 2014 che un razzo non arrivava così lontano nel territorio israeliano.

Un edificio di Hamas danneggiato dai bombardamenti israeliani nella Striscia di Gaza (AP Photo/Adel Hana)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.