L’attrice Emilia Clarke ha raccontato di aver avuto due aneurismi

L’attrice britannica Emilia Clarke, famosa per il ruolo di Daenerys Targaryen nella serie tv Game of Thrones, ha raccontato in un articolo sul New Yorker di aver avuto due aneurismi al cervello, nel 2011 e nel 2013. Nel 2011, quando aveva appena finito le riprese della prima stagione di GoT, subì il primo intervento: «per tre ore i chirurghi ripararono il mio cervello. Non sarebbe stato il mio ultimo intervento e non sarebbe stato il peggiore. Avevo 24 anni». Ci mise due settimane a riprendersi e per un certo periodo fu affetta da una lieve forma di afasia e non riusciva a ricordarsi il suo nome.

Nel 2013 dopo l’uscita della terza stagione di GoT, Clarke fece un regolare controllo medico a New York in cui venne fuori che «la crescita nell’altro lato del cervello era raddoppiata»: i medici dissero che per risolverla sarebbe bastata un’operazione molto più semplice della precedente. L’operazione non andò bene e fu necessario farne un’altra, aprendole il cranio. Clarke ha raccontato che l’operazione fu molto più dolorosa dell’altra e la convalescenza in ospedale durò un mese: parte del cranio venne sostituito con pezzi di titanio, le cicatrici erano visibili, e lei aveva attacchi di panico e soprattutto era preoccupata di possibili danni cerebrali. «Ma sono sopravvissuta», ha scritto, e da allora «sono guarita oltre le mie più irragionevoli speranze».

(Matt Winkelmeyer/Getty Images)