Facebook ha detto che il video dell’attentato di Christchurch è stato visto in diretta da meno di 200 persone

Facebook ha fatto sapere che il video dell’attentato di Christchurch, in Nuova Zelanda, è stato visto in diretta da meno di 200 persone e solo 4mila volte prima che venisse rimosso dalla piattaforma. Facebook ha anche detto che gli utenti hanno iniziato a segnalare il video solo 12 minuti dopo la sua conclusione, cosa che avrebbe impedito di bloccarlo prima.

Nelle 24 ore successive Facebook ha detto di aver rimosso 1,5 milioni di versioni del video dell’attentato, e che per 1,2 milioni di volte è riuscito a bloccarlo nel momento dell’upload. Nel frattempo, però, un utente aveva già postato un link su 8chan su cui era possibile vederlo. Ora Facebook sta sviluppando dei sistemi automatici che riconoscano il video dalla traccia audio, nel caso in cui il video sia stato ripreso con un cellulare da un altro schermo, e dai primi minuti di ripresa, in modo da bloccare preventivamente ogni tentativo di ripubblicarlo sulla piattaforma.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.