• Mondo
  • martedì 19 marzo 2019

La prima ministra neozelandese Jacinda Ardern ha detto che non pronuncerà mai il nome dello sparatore di Christchurch

In un discorso tenuto nella notte al Parlamento neozelandese, la prima ministra Jacinda Ardern ha commentato a lungo l’attentato avvenuto quattro giorni fa nelle due moschee di Christchurch, in cui sono state uccise 50 persone. Fra le altre cose, Ardern ha spiegato che non pronuncerà mai in pubblico il nome dell’attentatore, il 28enne suprematista bianco Brenton Harrison Tarrant. «Da questo atto di terrore voleva ricavare molte cose, fra cui la notorietà: per questo non mi sentirete mai pronunciare il suo nome». Al momento Tarrant si trova in prigione: la prossima udienza del suo processo si terrà il 5 aprile.

(Mark Tantrum/Getty Images)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.