• Mondo
  • lunedì 18 marzo 2019

Il presidente del Mozambico ha detto che le persone uccise da un ciclone potrebbero essere più di mille

Il presidente del Mozambico Filipe Nyusi ha detto a Radio Moçambique che le persone morte a causa del ciclone Idai, arrivato nel paese nella notte di giovedì 14 marzo, potrebbero essere più di mille; al momento i morti accertati sono 84. Dal Mozambico il ciclone si è spostato in Zimbabwe dove ha ucciso almeno 89 persone.

I danni del ciclone Idai a Beira, in Mozambico (Caroline Haga/International Federation of Red Cross and Red Crescent Societies (IFRC) via AP)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.