• Mondo
  • lunedì 18 marzo 2019

Justin Trudeau ha nominato una nuova ministra a causa del cosiddetto “affaire SNC-Lavalin”

Il primo ministro canadese Justin Trudeau ha nominato Joyce Murray, deputata del Partito Liberale canadese di 64 anni, nuova presidente dell’Agenzia del Tesoro del Canada, il ministero che si occupa di esaminare e approvare le spese del governo. Per Murray è il primo incarico all’interno del governo federale del Canada: in precedenza era già stata ministra per il governo provinciale della British Columbia. Murray prende il posto di Jane Philpott, che si era dimessa lo scorso 4 marzo a causa del cosiddetto “affaire SNC-Lavalin”, lo scandalo che ha coinvolto un’azienda di costruzioni vicina al governo e al partito del primo ministro; Trudeau avrebbe anche fatto pressioni affinché le accuse di corruzione contro la società venissero fatte cadere.

Nei mesi scorsi lo scandalo aveva provocato le dimissioni di altri due ministri: Jody Wilson-Raybould, ministra degli Affari dei reduci di guerra, e di Scott Brison, che aveva ricoperto l’incarico di presidente dell’Agenzia del Tesoro prima di Philpott, dimettendosi a metà gennaio.

 

Dave Chan/Getty Images