• Italia
  • martedì 12 marzo 2019

32 persone appartenenti a un clan mafioso di Palermo sono state arrestate nell’ambito di un’indagine sul traffico di cocaina

I carabinieri di Palermo hanno arrestato 32 persone appartenenti al mandamento di Porta Nuova, uno dei principali clan mafiosi della città. Le indagini, condotte dalla Direzione distrettuale antimafia, hanno riguardato in particolare un grande traffico di cocaina, che veniva poi acquistata da centinaia di professionisti palermitani. Repubblica scrive che «nel giro di pochi mesi, sono saltati fuori 200 insospettabili clienti, che chiamavano a tutte le ore il call center gestito dalla rete di spaccio del clan. Avvocati, dentisti, architetti, commercianti, imprenditori, ristoratori. Gli spacciatori si davano i turni per garantire una risposta sempre pronta alle richieste».

Nel corso delle indagini, inoltre, è stato scoperto anche che il clan imponeva la fornitura di caffè ai bar del centro città e che gestiva un’agenzia di autobus che organizzava visite turistiche di Palermo. Le accuse rivolte alle persone arrestate sono associazione per delinquere di stampo mafioso, concorso esterno in associazione mafiosa, estorsioni aggravate dal metodo mafioso, favoreggiamento reale aggravato, trasferimento fraudolento di valori, sleale concorrenza aggravata dalle finalità mafiose, spaccio di sostanze stupefacenti e detenzione illecita di armi.