• Italia
  • martedì 12 marzo 2019

La lettera con cui il presidente del Piemonte Sergio Chiamparino ha chiesto a Salvini di organizzare un referendum sulla TAV

Il presidente del Piemonte Sergio Chiamparino ha diffuso una lettera indirizzata al ministro dell’Interno Matteo Salvini in cui gli chiede di organizzare una consultazione popolare in Piemonte riguardo alla TAV. Il voto, spiega Chiamparino nel testo, si potrebbe tenere il 26 maggio, in concomitanza con le elezioni regionali ed europee.
Qualche ora dopo sia Matteo Salvini sia il presidente del Consiglio Giuseppe Conte hanno risposto dicendosi contrari.

La TAV è uno dei temi su cui il governo si trova molto diviso. La lettera di Chiamparino arriva pochi giorni dopo un tentativo di ricomposizione del contrasto: dopo scontri e discussioni molto duri nella maggioranza, sabato il governo ha provato a risolvere la crisi nata intorno alla TAV – la linea ferroviaria ad alta velocità che dovrebbe collegare Torino e Lione – inventandosi una specie di cavillo legale. Ha provato, in pratica, a presentare come un rinvio nella partenza dei lavori qualcosa che in realtà non lo è.

Il testo della lettera di Chiamparino:

🔴 Il testo della lettera indirizzata a Matteo Salvini. Chiedo che i piemontesi possano pronunciarsi sul blocco della TAV…

Gepostet von Sergio Chiamparino am Dienstag, 12. März 2019

(ANSA/ALESSANDRO DI MARCO)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.