• Mondo
  • venerdì 8 marzo 2019

C’è stato un esteso blackout in Venezuela

Ieri pomeriggio l'elettricità si è interrotta per diverse ore, come non accadeva da tempo: il governo ha dato la colpa a un "attacco" esterno

Nel pomeriggio di giovedì 7 marzo, quando in Italia era notte, c’è stato un esteso blackout in varie zone del Venezuela. Da qualche anno, cioè da quando nel paese è iniziata una grave crisi economica, le interruzioni momentanee della corrente sono diventate la norma, ma i giornali stranieri scrivono che un blackout così prolungato non si vedeva da tempo.

Sono state interessate dal blackout varie zone, fra cui anche la capitale Caracas; i voli in arrivo all’aeroporto sono stati deviati altrove, e migliaia di persone che lavorano in città sono state costretti a tornare a casa a piedi. Luis Motta, generale dell’esercito e ministro dell’energia elettrica del regime di Nicolas Maduro, ha raccontato in tv che il blackout è stato causato da un “attacco” alla diga di Guri, una delle fonti di energia principali del paese. L’accusa non è stata corroborata da fonti più attendibili.

 

 

(AP Photo/Ariana Cubillos)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.