Netflix produrrà una serie tratta da “Cent’anni di solitudine” di Gabriel García Márquez

Netflix ha annunciato di aver acquistato i diritti di Cent’anni di solitudine, romanzo del 1967 dello scrittore colombiano Gabriel García Márquez. È il primo adattamento del romanzo che racconta la storia di sette generazioni della famiglia Buendìa, che abita nella città immaginaria di Macondo, e da cui Netflix realizzerà una serie in lingua spagnola. I figli dello scrittore, Rodrigo García e Gonzalo García Barcha, saranno produttori esecutivi.

«Per decenni nostro padre è stato restio a vendere i diritti di Cent’anni di solitudine, perché non credeva che si sarebbe potuto realizzarne un film per limiti di tempo e perché riteneva che produrlo in una lingua diversa dallo spagnolo non gli avrebbe reso giustizia» ha detto Rodrigo García, specificando che però ormai il livello delle serie televisive è così alto, e che le persone di tutto il mondo sono così abituate a vedere contenuti in lingua straniera, che non potrebbe esserci un momento migliore per produrre un adattamento del libro del padre.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.