(ANSA/ANGELO CARCONI)
  • Italia
  • martedì 5 marzo 2019

Venerdì 8 marzo ci sarà uno sciopero generale nazionale

Coinvolgerà i mezzi di trasporto, le scuole, le strutture sanitarie e non solo, e durerà l'intera giornata

(ANSA/ANGELO CARCONI)

Il prossimo venerdì 8 marzo è stato indetto uno sciopero nazionale e generale dai sindacati CUB (Confederazione Unitaria di base), USB (Unione Sindacale di Base) e SGB (Sindacato Generale di Base), della durata di 24 ore. Tra i motivi dello sciopero ci sono anche la violenza sulle donne – venerdì sarà la Festa della donna – e la discriminazione di genere. Allo sciopero ha aderito anche il movimento femminista Non una di meno.

Sul sito del ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti è possibile consultare la durata degli scioperi delle varie categorie di lavoratori nel settore, in aggiornamento. Lo sciopero nel settore dei trasporti è quello che causa i disagi più trasversali, ma oltre a questo ci saranno anche altri due importanti settori coinvolti: sarà sciopero nazionale per tutti i dipendenti della sanità pubblica e del settore scolastico.

Le aziende dei trasporti delle due maggiori città italiane, ATM di Milano e Atac di Roma, hanno già comunicato che potrebbero esserci disagi; in particolare, ATM ha già fatto sapere che per i suoi dipendenti lo sciopero inizierà alle 8:45 e finirà alle 15, per poi riprendere dalle 18 fino al termine del servizio.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.