• Mondo
  • lunedì 4 Marzo 2019

Due palestinesi sono morti e uno è stato ferito in uno scontro con l’esercito israeliano

Alcuni soldati israeliani hanno sparato contro tre palestinesi che secondo le prime ricostruzioni avevano cercato di investirli con la propria auto nel villaggio di N’ima, nel nord della Cisgiordania, a circa 10 chilometri da Ramallah. Due palestinesi sono morti nella sparatoria e uno è stato ferito lievemente, hanno detto i media israeliani. Due ufficiali dell’esercito israeliano hanno riportato delle ferite, in un caso gravi. L’esercito israeliano (IDF) ha detto che i soldati si erano fermati a bordo della strada per un problema all’auto, quando sono stati investiti dall’auto: secondo le prime indagini dell’IDF si è trattato di un attentato terroristico. Le autorità locali palestinesi di N’ima hanno detto che poco prima i soldati israeliani avevano eseguito degli arresti nella città, aggiungendo di non poter ancora escludere che l’auto abbia travolto i soldati per errore.

Un osservatore palestinese controlla i bambini che vanno a scuola in Cisgiordania mentre le strade sono controllate dall'esercito israeliano, 12 febbraio 2019. (AP Photo/Majdi Mohammed)