• Mondo
  • mercoledì 27 febbraio 2019

Il tribunale di Melbourne ha revocato la libertà su cauzione al cardinale George Pell

Il tribunale di Melbourne, in Australia, ha revocato la libertà su cauzione al cardinale australiano George Pell, ex consigliere stretto di Papa Francesco, che era stato condannato per abusi sessuali su due minorenni. Il reato risale al 1996, quando Pell era arcivescovo della diocesi di Melbourne. Secondo l’accusa violentò due chierichetti di 13 anni in un locale della cattedrale della città e l’anno successivo molestò di nuovo uno dei due. Pell attenderà quindi la sentenza prevista per il 13 marzo nel carcere di Melbourne.

Il cardinale George Pell fuori dal tribunale di Melbourne, in Australia, il 26 febbraio 2019 (Michael Dodge/Getty Images)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.