• Mondo
  • martedì 26 febbraio 2019

Michael Cohen, l’ex avvocato di Trump, accuserà duramente il presidente nella sua udienza al Congresso, scrive il WSJ

Michael Cohen, ex avvocato e tuttofare del presidente degli Stati Uniti Donald Trump, dirà molte cose negative sul suo ex cliente durante l’udienza pubblica del Congresso a cui parteciperà domani, scrive il Wall Street Journal. In particolare, ci si aspetta che Cohen racconti episodi in cui Trump ha detto cose razziste e mentito sulle sue proprietà, forse commettendo dei reati. Lo ha riferito una persona a conoscenza del contenuto della testimonianza di Cohen, che ne ha parlato con alcuni giornali americani in condizione di anonimato. Questa persona ha anche detto che Cohen, che da mesi sta collaborando con le indagini sugli affari di Trump e il caso Russia, porterà a sostegno dei propri racconti alcuni documenti, non solo finanziari.

Già in precedenza ci si aspettava che nel corso dell’udienza Cohen avrebbe parlato degli affari della famiglia Trump e del suo ruolo nello scandalo delle somme di denaro pagate a due donne perché non rivelassero le relazioni sessuali avute con Trump, cosa per cui Cohen è stato condannato a tre anni di carcere per uso illecito dei fondi elettorali. Cohen si è dichiarato colpevole di tutti i capi di accusa.

Michael Cohen, ex avvocato di Donald Trump, il 12 dicembre 2018 all'uscita dal tribunale di New York (Drew Angerer/Getty Images)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.