• Cultura
  • giovedì 21 febbraio 2019

È morto Peter Tork, ex batterista e tastierista dei Monkees

Cioè del gruppo di "I'm a Believer"; aveva 77 anni

È morto il musicista americano Peter Tork, diventato famoso negli anni Sessanta come batterista e tastierista dei Monkees, il gruppo di “I’m a Believer”. Aveva 77 anni ed è morto in una casa di famiglia in Connecticut. Suo figlio Ivan Iannoli ha detto che la causa della sua morte è stata il carcinoma adenoido-cistico – una rara forma di tumore che colpisce la testa e la gola – che gli era stato diagnosticato nel 2009.

I Monkees erano stati un gruppo formato a tavolino dalla rete televisiva NBC e da alcuni produttori discografici per provare a proporre una risposta americana ai Beatles partendo da una serie tv su una band, i Monkees appunto. La più celebre canzone della band è “I’m a Believer”, scritta da Neil Diamond; le persone più giovani la conoscono soprattutto per via del film animato Shrek e ma in Italia divenne inizialmente popolare nella versione cantata da Caterina Caselli, “Sono bugiarda”. Con Tork facevano parte dei Monkees Davy Jones (voce), morto nel 2012, Mike Nesmith (voce e chitarra) e Micky Dolenz (voce e batteria).

Peter Tork, il primo giugno 2016 (Matthew Eisman/ Getty Images)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di più, e migliori.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la newsletter, una quota minore di inserzioni pubblicitarie, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.