• Mondo
  • lunedì 11 febbraio 2019

Il comune di Parigi ha chiesto a Airbnb 12,5 milioni di euro di risarcimento per aver violato le regole sugli affitti della città

Il comune di Parigi ha chiesto alla società Airbnb 12,5 milioni di euro come risarcimento per aver violato le regole sugli affitti della città. Lo ha annunciato il sindaco Anne Hidalgo in un’intervista al settimanale Journal du Dimanchesostenendo che Airbnb avrebbe pubblicato 1000 annunci che violano la legge francese. Secondo la normativa sugli affitti del comune di Parigi, infatti, un proprietario può affittare una casa in cui è residente al massimo per 120 giorni all’anno, e ogni annuncio deve contenere un numero identificativo per permettere di controllare che un’abitazione non sia affittata per periodi più lunghi. «I nostri ispettori – ha detto Hidalgo – hanno scoperto una prima serie di 1000 annunci illegali, che possono essere multati di 12.500 euro ciascuno. Il nostro obiettivo è innescare un elettroshock e porre fine a questi affitti incontrollati che contaminano alcune zone di Parigi».

(Carl Court/Getty Images)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.