La Commissione Europea abbasserà le stime di crescita del PIL italiano dall’1,2 allo 0,2 per cento, scrive ANSA

Secondo alcune informazioni raccolte da ANSA, domani la Commissione Europea rivedrà al ribasso le stime di crescita per il PIL italiano. Nella valutazione di novembre 2018 (la trovate qui a pagina 13), riteneva che nel 2019 potesse aumentare dell’1,2 per cento, cosa che la rendeva una delle economie a crescita più lenta di tutta l’Unione. Secondo il nuovo documento, il PIL italiano crescerà ancora meno, cioè dello 0,2 per cento. Secondo le stesse fonti consultate da ANSA, il dato «tiene in considerazione anche gli effetti della manovra varata a dicembre».

Ad oggi il governo ritiene invece che nel 2019 il PIL italiano aumenterà dell’1 per cento, nonostante nelle ultime settimane il paese sia finito in recessione tecnica e sia la Banca d’Italia sia il Fondo Monetario Internazionale abbiano ipotizzato che la crescita si fermerà allo 0,6 per cento.

(JOHN THYS/AFP/Getty Images)