amanda-knox
  • Italia
  • giovedì 24 gennaio 2019

La Corte europea dei diritti umani ha condannato l’Italia sul caso Amanda Knox

amanda-knox

La Corte europea dei diritti umani ha condannato l’Italia per aver violato i diritti di Amanda Knox, la ragazza statunitense accusata di aver ucciso la studentessa britannica Meredith Kercher a Perugia, nella notte tra l’1 e il 2 novembre 2007, poi assolta da ogni accusa. La condanna è avvenuta per l’assenza di legali, di interpreti e di un trattamento dignitoso durante un interrogatorio che la polizia fece a Knox il 6 novembre 2007 dopo l’omicidio di Kercher. La corte ha stabilito che l’Italia violò il diritto alla difesa durante l’interrogatorio ma non ha riconosciuto prove di maltrattamenti.
Il processo a Knox si concluse nel 2015 con l’assoluzione in Cassazione per Knox e Raffaele Sollecito, l’altra persona accusata dell’omicidio.

Amanda Knox (Netflix)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.