La Cina ha confermato che c’è una seconda donna incinta di un bambino “geneticamente modificato”

Il governo della Cina ha confermato che una seconda donna è incinta di un bambino “modificato geneticamente”, nell’ambito della controversa sperimentazione condotta dal ricercatore He Jiankui, che lo scorso anno aveva annunciato la nascita di due bambine con geni modificati allo scopo di renderle immuni all’HIV, il virus che causa l’AIDS. All’epoca, He aveva detto che poteva esserci una “seconda potenziale gravidanza” legata ai suoi esperimenti, ora confermata da un’indagine condotta dalle autorità cinesi. He è stato messo sotto indagine per verificare le sue affermazioni, il modo in cui ha eseguito i test e se questi abbiano costituito pericoli per le persone coinvolte, comprese le due gemelle nate l’anno scorso. Sulle sue sperimentazioni mancano ancora oggi molti dettagli e c’è grande scetticismo nella comunità scientifica.

Cosa sappiamo delle due gemelle “modificate geneticamente”

He Jiankui (AP / YouTube)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.