È stato venduto il murale di Banksy comparso a Natale in Galles

Season’s Greetings, il graffito disegnato a dicembre dallo street artist Banksy sul muro di un garage a Port Talbot, in Galles, è stato venduto per una cifra sconosciuta che i giornali definiscono “a sei cifre”. Ian Lewis, il metalmeccanico proprietario del garage, lo ha venduto a John Brandler, un esperto d’arte e appassionato di Banksy che ha acconsentito a lasciarlo a Port Talbot per i prossimi due-tre anni e a permettere a tutti di visitarlo gratuitamente. Da quando è comparso sul muro, poco prima di Natale, più di 20 mila persone sono andate a vederlo, rendendo necessario un servizio di sicurezza continuo per proteggerlo e impedire che venisse rubato. Questo affollamento ha complicato la vita di Lewis, che ha cercato di liberarsi del murale. Lewis ha detto che spenderà il denaro per fare un po’ di vacanza e per riparare il garage; Brandler intanto è in trattative con il Comune per portare a Port Talbot altre opere di Banksy per ispirare gli artisti.

View this post on Instagram

. . . . Season’s greetings . . .

A post shared by Banksy (@banksy) on

Banksy a Port Talbot, Galles, 20 dicembre 2018 (Ben Birchall/PA Wire / AP photo)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.