• Italia
  • martedì 15 gennaio 2019

Il Tribunale del riesame di Catania ha annullato il sequestro della nave Aquarius

Il Tribunale del riesame di Catania ha annullato martedì il sequestro dell’Aquarius, nave usata per il soccorso dei migranti e gestita dalla ong Medici senza frontiere da SOS Mediterranée, deciso dal pm Carmelo Zuccaro lo scorso novembre. Zuccaro aveva sostenuto che a bordo dell’Aquarius fosse stata violata la legge sullo smaltimento dei rifiuti, perché gli abiti e le coperte dei migranti salvati in mare sarebbero stati smaltiti come immondizia indifferenziata. Radio Radicale ha detto che il Tribunale del riesame ha ordinato il dissequestro sia della nave che dei 500mila euro che erano stati bloccati da Zuccaro.

Non ci si aspetta comunque che Aquarius riprenda le operazioni di soccorso nel Mediterraneo: lo scorso dicembre Medici senza Frontiere aveva annunciato la sospensione delle attività della nave, citando come causa la crescente ostilità di molti governi europei all’accoglienza dei migranti soccorsi in mare.

La nave Aquarius (BORIS HORVAT/AFP/Getty Images)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.