• Italia
  • sabato 5 gennaio 2019

Il vicesindaco di Trieste si è vantato di aver buttato le coperte di un senzatetto straniero

Paolo Polidori, della Lega, lo ha scritto su Facebook e rivendica di averlo fatto per il «decoro» della città

Piazza Unità d'Italia a Trieste (ANSA)

Venerdì mattina il vicesindaco di Trieste, Paolo Polidori, della Lega, ha scritto sulla sua pagina Facebook di aver liberato un angolo di via Giosuè Carducci — una delle strade principali del centro città — dagli stracci di un senzatetto che credeva abbandonati. Nel post, pubblicato e cancellato nel giro di qualche ora, Polidori aveva scritto:

Sono passato in via Carducci, ho visto un ammasso di stracci buttati a terra…coperte, giacche, un piumino e altro; non c’era nessuno quindi presumo fossero abbandonati: da normale cittadino che ha a cuore il decoro della sua città, li ho raccolti e li ho buttati, devo dire con soddisfazione, nel cassonetto: ora il posto è decente! Durerà? Vedremo. Il segnale è: tolleranza zero!! Trieste la voglio pulita!!
PS sono andato subito a lavarmi le mani!
E adesso si scatenino i benpensanti, non me ne frega nulla!

Secondo i giornali locali, gli stracci appartenevano a un senzatetto romeno, il quale durante il giorno si muove per la città e la sera torna a dormire nell’angolo di via Carducci dove è solito lasciare coperte e giacche per coprirsi e altri oggetti. In questo periodo dell’anno a Trieste le temperature scendono frequentemente sotto lo zero, spesso accompagnate dalla bora.

Polidori ha 52 anni, è stato fondatore di un’azienda che si occupa di distribuzione automatica e da diversi anni è uno dei politici della Lega più legati e in vista a Trieste. È stato nominato vicesindaco da Roberto Dipiazza circa sei mesi fa.

In seguito alle prime critiche e qualche insulto, e dopo aver cancellato il post da Facebook, Polidori ha detto: «Io non so a chi appartenevano quelle cose, erano degli stracci, spero che non fossero contaminati perché li ho presi a mani nude. Poi me le sono lavate. Un operatore sarebbe andato lì con i guanti, io mi sono detto “faccio subito” perché non mi va di vedere quella sporcizia in mezzo alla città». Poi ha aggiunto che a carico del senzatetto a cui ha buttato via gli stracci ci sarebbero dei “precedenti penali” non precisati né confermati e delle lamentele da parte di residenti e commercianti di quella zona di via Carducci.

In serata, dopo la diffusione della notizia, diverse persone hanno lasciato coperte e giacconi nello stesso posto dove si trovavano quelli buttati da Polidori. Non è chiaro se il senzatetto che dormiva lì sia ancora in città.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.