• Mondo
  • martedì 1 Gennaio 2019

Un bambino di 11 mesi è stato trovato vivo sotto le macerie dell’edificio crollato in Russia, dopo 35 ore

Un bambino di 11 mesi è stato trovato vivo dopo 35 ore passate a meno 17 gradi sotto le macerie di un edificio crollato lunedì a Magnitogorsk, in Russia. L’edificio era parzialmente crollato a causa di un’esplosione, probabilmente provocata da una fuga di gas. Nel crollo sono morte almeno 8 persone e ci sono ancora decine di dispersi.
I soccorritori hanno spiegato che il bambino ha una ferita alla testa e alcune ustioni da freddo, e che l’hanno trovato perché l’hanno sentito piangere. Hanno detto anche che probabilmente si è salvato perché era nel suo letto, ed era coperto con molti strati di vestiti e coperte.

Magnitogorsk è una città industriale di 400.000 abitanti e si trova circa 1.400 chilometri a est di Mosca, nella regione degli Urali.