• Mondo
  • mercoledì 19 dicembre 2018

L’ONU ha approvato il Global Compact sui migranti, l’Italia si è astenuta

L’assemblea generale dell’ONU ha approvato a larga maggioranza un documento sui migranti chiamato Global Compact for Migration, che stabilisce alcune linee guida nella gestione dell’immigrazione in tutto il mondo. A differenza della maggior parte dei paesi dell’Europa occidentale, l’Italia si è astenuta. Il governo aveva sospeso il proprio giudizio – per ragioni non chiarissime – e annunciato che avrebbe lasciato decidere al Parlamento se firmarlo o meno. Oggi però la maggioranza parlamentare ha rinviato la decisione, decidendo di fatto di chiamarsi fuori. Ieri l’Italia aveva votato a favore di un documento simile sui rifugiati, ritenuto meno controverso dal governo.

Il documento non è vincolante, anche perché contiene più la descrizione di un approccio che una serie di proposte concrete: fra i 23 obiettivi che si pone ci sono molte norme già previste dal diritto internazionale, come “affrontare e ridurre le vulnerabilità dei migranti”, “combattere il traffico degli esseri umani”, e così via. Accanto a questi obiettivi ci sono diversi incoraggiamenti a una maggiore cooperazione fra gli stati per gestire meglio il fenomeno migratorio, e qualche proposta più politica, come l’apertura di vie legali per l’immigrazione. La maggior parte dei paesi europei, anche quelli più interessati dai flussi migratori come Francia e Germania, avevano già annunciato che avrebbero firmato il documento: fra i paesi europei contrari ci sono invece quelli tradizionalmente più ostili ai migranti come Ungheria, Polonia e Slovacchia.

(FADEL SENNA/AFP/Getty Images)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.