• Mondo
  • domenica 16 dicembre 2018

Ranil Wickremesinghe è di nuovo il primo ministro dello Sri Lanka, due mesi dopo essere stato rimosso dal presidente

Ranil Wickremesinghe, primo ministro dello Sri Lanka dal 2015 a due mesi fa, è tornato a essere il capo di governo del paese. Alla fine di ottobre era stato rimosso e sostituito con l’ex primo ministro Mahinda Rajapaksa dal presidente Maithripala Sirisena, che aveva così causato una grossa crisi politica: il tutto era dovuto a disaccordi e lotte di potere tra Sirisena e Wickremesinghe. Questa settimana il più alto tribunale del paese aveva stabilito che l’atto con cui il presidente aveva impedito al Parlamento di opporsi alla rimozione di Wickremesinghe era illegale. Sabato Rajapaksa ha dato le dimissioni, permettendo a Wickremesinghe di reinsediarsi come primo ministro. Il portavoce di Wickremesinghe ha detto che nei prossimi giorni sarà formato un nuovo governo.

Il primo ministro dello Sri Lanka Ranil Wickeremesinghe, al centro, in mezzo ai deputati suoi sostenitori, dopo essersi reinsediato come capo del governo, a Colombo, il 16 dicembre 2018 (AP Photo/Eranga Jayawardena)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.