Il presidente nigeriano Muhammadu Buhari (Xaume Olleros/Bloomberg)
  • Mondo
  • lunedì 3 dicembre 2018

Il presidente della Nigeria dice di essere proprio lui, e non un suo sosia

Muhammadu Buhari ha risposto alle teorie del complotto che circolano da quasi un anno circa la sua morte e sostituzione con un impostore di nome Jubril

Il presidente nigeriano Muhammadu Buhari (Xaume Olleros/Bloomberg)

Il presidente della Nigeria, Muhammadu Buhari, ha negato le voci secondo cui sarebbe stato sostituito da un impostore dopo la sua morte, una teoria del complotto che è circolata molto sui social network negli ultimi mesi. L’anno scorso, Buhari era stato ricoverato per cinque mesi nel Regno Unito per alcune terapie per trattare una malattia sulla quale non sono mai stati forniti dettagli. Secondo alcuni complottisti e alcuni suoi avversari politici, non sarebbe sopravvissuto alla malattia e sarebbe stato sostituito da Jubril, un suo sosia-impostore. Durante una conferenza stampa organizzata in Polonia, dove si trova per alcuni incontri internazionali, Buhari ha confermato di essere il vero presidente, scherzandoci sopra:

Sono davvero io, ve lo assicuro. Festeggerò presto il mio 76esimo compleanno e sono ancora in forze. Molte persone speravano che fossi morto durante la mia malattia. Alcuni si sono addirittura rivolti al vicepresidente per proporsi come loro nuovo vice, perché ritenevano che io fossi morto. È una cosa che lo ha imbarazzato molto, naturalmente, visto che mi faceva visita quando ero convalescente a Londra.

Il prossimo febbraio, Buhari cercherà di essere eletto nuovamente presidente alle elezioni in Nigeria.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.