• Mondo
  • venerdì 30 novembre 2018

Un treno della Corea del Sud sta viaggiando sulle ferrovie della Corea del Nord

Non succedeva da dieci anni e ci viaggerà per più di due settimane, percorrendole per più di mille chilometri

Per la prima volta nell’ultimo decennio un treno della Corea del Sud sta viaggiando sui binarico della Corea del Nord. Un treno di 6 vagoni, con a bordo 28 esperti sudcoreani ingegneri ha superato oggi il confine e nei prossimi 18 giorni percorrerà circa 1.200 chilometri di ferrovie nordcoreane. L’iniziativa fa parte dei tentativi di riconciliazione tra le due Coree, che hanno lo scopo di rendere più moderna la Corea del Nord (parte della sua rete ferroviaria è ancora quella costruita a inizio Novecento) e avvicinare un po’ la lontanissima prospettiva di una riunificazione.

L’ultimo treno sudcoreano viaggiò in Corea del Nord nel 2008: era un treno cargo, la cui tratta fu soppressa per il peggiorare delle relazioni tra i due paesi. Il treno sudcoreano percorrerà i binari nordcoreani su due linee, una vicino alla costa occidentale e una vicino alla costa orientale, e arriverà fino al nord del paese, al confine con la Cina. Siccome ci sono sanzioni che vietano scambi commerciali con la Corea del Nord, il treno sudcoreano ha a bordo tutto il carburante che gli servirà, così da evitare di doverne acquistare dalla Corea del Nord. Anche solo per poter attraversare il confine – il più controllato al mondo – il treno ha avuto bisogno di uno speciale permesso da parte delle Nazioni Unite.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di più, e migliori.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la newsletter, una quota minore di inserzioni pubblicitarie, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.