• Mondo
  • domenica 25 Novembre 2018

In Pakistan sono state arrestate centinaia di persone contrarie al rilascio di Asia Bibi, la donna cristiana accusata di blasfemia e poi assolta

In Pakistan sono state arrestate centinaia di persone contrarie al rilascio di Asia Bibi, la donna cristiana che era stata accusata di blasfemia e poi assolta. Nel 2010 Bibi era stata accusata di avere insultato il profeta Maometto durante un litigio con alcuni vicini di casa avvenuto l’anno precedente. Le persone arrestate sono considerate vicine all’estremismo radicale e al partito Tehreek-i-Labaik (TLP), il quale era a favore della condanna a morte di Bibi e contrario al suo rilascio. La polizia pakistana ha spiegato che le persone arrestate stavano organizzando una grande manifestazione a Rawalpindi, non lontano dalla capitale Islamabad.

RIZWAN TABASSUM/AFP/Getty Images