• Mondo
  • sabato 24 novembre 2018

A Parigi ci sono stati scontri tra la polizia e alcuni “gilet gialli”

A Parigi, vicino agli Champs-Elysées, ci sono stati scontri tra la polizia e alcuni manifestanti del movimento dei “gilet gialli“, che una settimana fa avevano occupato diverse strade di Francia. La polizia ha usato idranti e lacrimogeni per disperdere alcuni manifestanti che avevano provato a rompere un cordone della polizia. Secondo il ministro dell’Interno i manifestanti erano circa 8mila, mentre in tutto il paese hanno manifestato circa 23mila persone.

La definizione “gilet gialli” è dovuta al fatto che i manifestanti indossano i giubbotti retro-riflettenti che per la legge francese, così come per quella italiana, vanno messi da chi scende dal proprio veicolo lungo le strade. Il movimento è nato per protestare contro l’aumento del prezzo dei carburanti (all’interno di manovre volute dal governo Macron per incentivare il passaggio ad auto ibride o elettriche), ma si è allargato a una più generica critica al governo attuale.

LUCAS BARIOULET/AFP/Getty Images

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.