Il video di scuse di Dolce & Gabbana alla Cina

«Proveremo a fare di meglio e rispetteremo la cultura cinese in tutto e per tutto»

Stefano Gabbana e Domenico Dolce, fondatori e proprietari dell’azienda di moda Dolce & Gabbana, si sono scusati in un video con la Cina e i cinesi, dopo il grosso guaio degli ultimi giorni. Il caso era iniziato con tre video promozionali diretti al mercato cinese e giudicati molto stereotipati ed era proseguito con commenti molto offensivi sui social network da parte di Gabbana (che sostiene invece il suo account sia stato hackerato), portando alla cancellazione di una sfilata a Shanghai e alla rimozione di tutti i prodotti del marchio dalle principali piattaforme di e-commerce cinesi, da molte catene di abbigliamento fisiche e dal rivenditore internazionale YOOX NET-A-PORTER. Dolce e Gabbana si sono «scusati moltissimo» con «tutti i cinesi nel mondo, perché ce ne sono molti», hanno aggiunto di amare la Cina e di avere «molto da imparare» e promesso di «fare tesoro di questa esperienza che sicuramente non succederà mai più: proveremo a fare di meglio e rispetteremo la cultura cinese in tutto e per tutto».

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.