Il governo è stato battuto alla Camera in un voto sul ddl anticorruzione

Il governo è stato battuto alla Camera sul voto segreto di un emendamento al disegno di legge anticorruzione. Con il voto segreto è stato approvato, con 284 voti a favore e 239 contro, l’emendamento presentato da Catello Vitiello, ex membro del Movimento 5 Stelle (da cui è stato espulso), che ora fa parte del gruppo misto.

L’emendamento proposto da Vitiello alleggerisce (cioè restringe i casi in cui sono perseguibili) il reato di abuso d’ufficio e il reato di peculato. Era stato proposto dalla Lega in commissione in una versione molto simile, ma era stato contestato dal Movimento 5 Stelle. Commentando il voto, che ha creato grande tensione nel Movimento 5 Stelle, Salvini ha detto che è stato «assolutamente sbagliato» e che «la posizione della Lega la stabilisce il segretario».

(ANSA / WEB TV CAMERA DEI DEPUTATI)