• Mondo
  • lunedì 12 novembre 2018

Il ministro dell’Interno tedesco Horst Seehofer si è dimesso da presidente della CSU

Il ministro dell’Interno tedesco Horst Seehofer si è dimesso da presidente della Unione Cristiano-Sociale (CSU), il partito conservatore bavarese storico alleato della CDU di Angela Merkel. Contrariamente a quanto ipotizzato nei giorni scorsi da alcuni giornali tedeschi, Seehofer non si dimetterà anche dall’incarico di ministro. Le sue dimissioni dalla guida della CSU seguono di un paio di settimane la decisione di Merkel di lasciare la guida della CDU a fine anno, dopo i deludenti risultati della CDU alle elezioni locali in Assia. Anche le dimissioni di Seehofer sono legate ai cattivi risultati delle ultime elezioni in Baviera, tenute a ottobre, alle quali la CSU era rimasta il primo partito ma aveva perso la maggioranza nel parlamento locale.

(JOHN MACDOUGALL/AFP/Getty Images)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.