• Mondo
  • domenica 11 Novembre 2018

È stata arrestata una donna ritenuta responsabile di aver messo aghi nella frutta, in Australia

In Australia, nello stato del Queensland, è stata arrestata una donna che si ritiene responsabile di aver messo aghi nelle fragole e in altri frutti venduti nel paese. La polizia ha detto che la donna, di cui ancora non si sa il nome, ha 50 anni ed è stata fermata in seguito a una indagine lunga e complicata. I primi casi di aghi nella frutta furono a settembre e quelli scoperti sono stati almeno 100 (ma non è chiaro se siano tutti opera della stessa persona o se a un certo punto ci siano stati degli emulatori). Dopo i primi casi, il governo australiano aveva deciso di alzare a 15 anni la pena massima prevista per il reato di manomissione della frutta.

(https://twitter.com/bobogiac/status/1035445880348975109)