• Sport
  • sabato 20 ottobre 2018

Juventus e Serie A hanno trovato un accordo sulla storia dei “tappetini virtuali”

Juventus e Serie A hanno trovato un accordo sulla storia dei “tappetini virtuali”, cioè quei rettangoli a fianco delle due porte del campo da gioco. Normalmente, nei riquadri – che fino al 2016 erano fisici, e ora sono invece realizzati al computer – compare il logo di TIM, sponsor principale della Serie A. Ma la Juventus dall’inizio del campionato rivendicava il diritto di gestirli autonomamente, considerandoli una sorta di prosecuzione dei cartelloni elettronici che circondano il campo e i cui spazi sono gestiti direttamente dai club, visto che riguardano l’impianto sportivo. Dopo settimane di trattative Serie A e Juventus si sono accordate: la Serie A li gestirà sul mercato televisivo nazionale, mentre la Juventus li commercializzerà autonomamente per l’estero.

I due tappetini bianchi inquadrati da Sky durante Juventus-Lazio (Sky Sport)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.