Un’eurodeputata del M5S è stata sanzionata per “molestie psicologiche” contro due assistenti

A Giulia Moi sarà trattenuta la diaria parlamentare per 12 giorni

L’eurodeputata del M5S Giulia Moi è stata sanzionata dal Parlamento Europeo per molestie psicologiche nei confronti di due assistenti. A Moi sarà trattenuta la diaria giornaliera per 12 giorni.

I fatti di cui è accusata Moi non sono stati resi pubblici: la sanzione è stata discussa all’interno di un comitato consultivo istituito negli scorsi mesi dal Parlamento per occuparsi delle denunce di maltrattamenti, e che per ragioni di protezione dei dati personali non può divulgare informazioni sui casi di cui si occupa (soprattutto per tutelare le vittime). Moi è la prima eurodeputata che viene sanzionata dal comitato consultivo, che è presieduto dal presidente del Parlamento Europeo, Antonio Tajani.

Moi ha 47 anni, siede nella commissione per l’agricoltura e lo sviluppo rurale e da qualche tempo si era “autosospesa” dal gruppo del M5S per alcuni diverbi con i suoi colleghi. Parlando con l’Unione Sarda, ha detto che «questa vicenda riguarda persone sulle quali è stata mal riposta la mia fiducia». Mercoledì Moi ha anche provato a intervenire in aula per spiegare la sua posizione: ha iniziato dicendo che da tempo il Parlamento non le permette di licenziare due persone di cui ha perso la fiducia, ma il suo microfono è stato silenziato quasi subito perché aveva preso la parola in un momento riservato alle votazioni.

Vuoi capire meglio cosa succede in Europa?