• Mondo
  • martedì 25 settembre 2018

C’è un piano per salvare l’accordo sul nucleare iraniano, ha annunciato Federica Mogherini

Dovrebbe introdurre un nuovo sistema di pagamento per aggirare le sanzioni imposte dagli Stati Uniti: per ora non ci sono dettagli

Federica Mogherini, Alto rappresentante per gli affari esteri e la politica di sicurezza dell’Unione Europea, ha annunciato martedì che i paesi ancora parte dell’accordo sul nucleare iraniano introdurranno un nuovo sistema di pagamento per mantenere intatti i rapporti commerciali con l’Iran e bypassare le sanzioni statunitensi. Il nuovo sistema, che deve ancora essere studiato nei dettagli, dovrebbe facilitare le attività commerciali delle compagnie petrolifere e di aziende di altro genere in Iran, senza dipendere dai mercati statunitensi e dal dollaro. La decisione annunciata da Mogherini è l’ultima di una serie di provvedimenti presi soprattutto dall’Unione Europea per cercare di salvare l’accordo sul nucleare iraniano, dopo l’uscita degli Stati Uniti voluta dal presidente Donald Trump, lo scorso maggio.

Cosa succede ora alle aziende europee che fanno affari in Iran?

Ad agosto, come effetto del ritiro dall’accordo, gli Stati Uniti avevano reintrodotto le sanzioni commerciali all’Iran, pregiudicando in maniera significativa anche le attività commerciali delle aziende europee nel paese.

Federica Mogherini (MANDEL NGAN/AFP/Getty Images)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.