L’europarlamentare Eleonora Forenza ha raccontato di essere stata aggredita a Bari da membri di CasaPound

L’europarlamentare Eleonora Forenza ha raccontato di essere stata aggredita a Bari da membri di CasaPound, il principale partito neofascista italiano. Forenza, eletta nel 2014 con il gruppo di sinistra L’altra Europa con Tsipras, ha raccontato che l’aggressione è avvenuta dopo una manifestazione organizzata in città contro il ministro dell’Interno Matteo Salvini. Forenza ha spiegato di avere incontrato una donna eritrea che aveva paura a rientrare a casa perché nei pressi della zona «c’era mezza CasaPound». «Quando abbiamo visto che si muovevano nella nostra direzione ci hanno seguiti e mentre andavamo via hanno cominciato a colpirci, hanno messo dei guanti neri, con delle spranghe, delle cinghie». Secondo Repubblica nell’aggressione sono rimaste ferite due persone fra cui l’assistente dell’eurodeputata, Antonio Perillo.

Sempre Repubblica scrive invece che «i militanti di CasaPound, invece, sostengono di essere stati provocati e insultati e di aver reagito per questo». La versione di Forenza è stata confermata da Claudio Riccio, un attivista di Sinistra Italiana che ha raccontato di essere stato fra le persone aggredite da CasaPound.

Finito il corteo stavamo tornando a casa per le strade del libertà. Sono le stesse strade in cui la scorsa settimana…

Gepostet von Claudio Riccio am Samstag, 22. September 2018