• Mondo
  • venerdì 7 Settembre 2018

Gli Stati Uniti dicono che il regime di Assad stia preparando un grosso attacco chimico contro i ribelli di Idlib, in Siria

Gli Stati Uniti dicono di avere le prove che il regime di Bashar al Assad stia preparando un grosso attacco chimico contro i ribelli di Idlib, in Siria. Lo ha detto giovedì Jim Jeffrey, che da metà agosto è Consigliere speciale del governo statunitense per la Siria. Jeffrey ha detto che ci sono «moltissime prove della costruzione di armi chimiche» e ha detto che gli Stati Uniti sono contrari a ogni loro impiego in guerra.

La provincia di Idlib, nel nord ovest della Siria, è l’ultima ad essere rimasta sotto il controllo dei ribelli ed è il posto dove si sono rifugiati migliaia di sfollati scappati alla guerra dai territori ora controllati dall’esercito del presidente siriano Assad. Da settimane Assad sta aumentando la presenza di soldati e mezzi intorno a Idlib e sta intensificando i bombardamenti contro i miliziani ribelli. Il suo regime è stato accusato più volte di aver usato armi chimiche contro i ribelli e contro i civili, durante la guerra in Siria. L’ultimo attacco di questo tipo è stato nella zona di Damasco, ad aprile, e ha causato la morte di almeno 70 persone.

L’ultima provincia siriana in mano ai ribelli

(OMAR HAJ KADOUR/AFP/Getty Images)