• Italia
  • giovedì 6 settembre 2018

La procura di Genova sta indagando 20 persone e la società Autostrade per il crollo del ponte Morandi

La Procura di Genova ha iscritto nel registro delle notizie di reato venti persone per il crollo del ponte Morandi. La società Autostrade per l’Italia, concessionaria del tratto autostradale dove si trovava il ponte, è accusata di aver avuto una “responsabilità amministrativa” nel crollo. La procura ha detto che farà sapere i nomi degli indagati soltanto dopo la comunicazione dei relativi avvisi di garanzia, ma ha comunicato che gli indagati fanno parte di Autostrade per l’Italia e della sua controllata Spea engineering, del ministero delle Infrastrutture e del provveditorato alle opere pubbliche di Liguria, Piemonte e Val d’Aosta. Il ponte è crollato lo scorso 14 agosto, causando la morte di 43 persone.

(MARCO BERTORELLO / AFP)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.