Hamilton festeggia con i meccanici della Mercedes la vittoria a Monza (ANDREJ ISAKOVIC/AFP/Getty Images)
  • Sport
  • domenica 2 Settembre 2018

Lewis Hamilton ha vinto il Gran Premio d’Italia di Formula 1

È la sua seconda vittoria consecutiva a Monza: è arrivato davanti a Kimi Raikkonen e Valtteri Bottas, con Vettel quarto dopo una lunga rimonta

Hamilton festeggia con i meccanici della Mercedes la vittoria a Monza (ANDREJ ISAKOVIC/AFP/Getty Images)

Lewis Hamilton ha vinto il Gran Premio d’Italia di Formula 1, corso domenica pomeriggio all’Autodromo nazionale di Monza. Hamilton è arrivato davanti alla Ferrari di Kimi Raikkonen e alla Mercedes del compagno di squadra Valtteri Bottas, salito sul podio in seguito alla penalità di cinque secondi inflitta a Max Verstappen per un contatto con il pilota finlandese. Sebastian Vettel, l’altro pilota della Ferrari, partito con Raikkonen dalla prima fila, è arrivato quarto dopo essere passato in ultima posizione alla seconda variante del circuito per un contatto con Hamilton.

Hamilton ha così ripetuto il successo ottenuto nella passata stagione a Monza, dove ha vinto cinque volte in carriera: solo Michael Schumacher ne ha ottenute così tante nel Gran Premio d’Italia. Grazie alla vittoria di oggi, Hamilton ha inoltre allungato il suo vantaggio su Vettel nella classifica generale piloti quando mancano sette gare al termine del Mondiale.

Raikkonen e Vettel partivano dalle prime due posizioni della griglia di partenza, seguiti dalle Mercedes di Hamilton e Bottas. Raikkonen è riuscito a mantenere la testa della corsa nelle prime curve mentre Vettel e Hamilton si sono toccati alla seconda variante. Vettel ha avuto la peggio: ha danneggiato la parte destra della macchina e l’alettone anteriore ed è andato in testacoda. È ripartito dalla ultime posizioni ed è dovuto subito fermarsi ai box per riparare la monoposto. È rientrato dalla stessa posizione e ha iniziato una lunga rimonta fino alla quinta posizione (poi diventata quarta per la penalità di Verstappen), recuperando punti preziosi per la classifica piloti.

 

Raikkonen invece ha mantenuto la testa dalla corsa fino alla sosta ai box, dove è stato passato dalle due Mercedes. È riuscito a passare nuovamente Hamilton durante la sua sosta ai box ma si è ritrovato dietro a Bottas, che ha ricevuto ordini della Mercedes di tenerlo dietro per favorire il ritorno di Hamilton.

Raikkonen è ritornato in testa con l’entrata ai box di Bottas, ma l’usura progressiva delle sue gomme lo ha avvicinato a Hamilton, favorito da pneumatici in migliori condizioni. Al quarantacinquesimo giro — a otto dal termine — Hamilton è infine riuscito a sorpassare Raikkonen alla prima variante e da lì ha mantenuto il comando della gara fino al termine.

L’ordine di arrivo completo del Gran Premio d’Italia:

1) Lewis Hamilton (Mercedes)
2) Kimi Raikkonen (Ferrari)
3) Valtteri Bottas (Mercedes)
———————————————————
4) Sebastian Vettel (Ferrari)
5) Max Verstappen (Red Bull)
6) Romain Grosjean (Haas)
7) Esteban Ocon (Force India)
8) Sergio Perez (Force India)
9) Carlos Sainz Jr. (Renault)
10) Lance Stroll (Williams)
11) Sergej Sirotkin (Williams)
12) Charles Leclerc (Sauber)
13) Stoffel Vandoorne (McLaren)
13) Nico Hulkenberg (Renault)
14) Pierre Gasly (Toro Rosso)
15) Marcus Ericsson (Sauber)
16) Kevin Magnussen (Haas)

Ritiri:

x) Brendon Hartley (Toro Rosso)
x) Fernando Alonso (McLaren)
x) Daniel Ricciardo (Red Bull)

Dopo quattordici Gran Premi, Hamilton si trova in testa alla classifica piloti con trenta punti in più di Vettel, che lo segue al secondo posto. Il prossimo Gran Premio si terrà in Singapore domenica 16 settembre.

1) Lewis Hamilton – 256
1)
 Sebastian Vettel – 226
3) Kimi Raikkonen – 164
4) Valtteri Bottas – 159
5) Max Verstappen – 130
6) Daniel Ricciardo– 118
7) Nico Hulkenberg – 52
8) Kevin Magnussen – 49
9) Sergio Perez – 44
10) Fernando Alonso – 44

La Mercedes è in testa anche nella classifica costruttori, con quindici punti in più della Ferrari:

1) Mercedes  – 375
2)
 Ferrari  – 360
3) Red Bull Racing  – 238
4) Renault  – 82
5) Haas Ferrari  – 76
6) McLaren Renault  – 53
7) Toro Rosso Honda  – 30
8) Sauber Ferrari  – 19
9) Force India  – 18
10) Williams Mercedes  – 4