• Italia
  • giovedì 9 Agosto 2018

L’azienda dei buoni pasto Qui! Group ha fatto richiesta per l’amministrazione straordinaria

L’azienda dei buoni pasto Qui! Group ha fatto richiesta per l’amministrazione straordinaria dopo che per mesi non ha pagato i numerosi debiti che aveva con i gestori dei locali che accettavano i suoi buoni pasto. Se ne è parlato molto a luglio perché Qui! Group, che ha sede a Genova ma è presente in tutta Italia, forniva i buoni pasto a molti uffici della pubblica amministrazione, ad esempio delle regioni Val d’Aosta, Piemonte, Liguria, Lombardia e Lazio. Dopo i recenti problemi finanziari, che avevano portato gli esercenti a non accettare più i buoni pasto Qui!, la Consip, la centrale acquisti della pubblica amministrazione, ha annullato la convenzione con l’azienda e l’ha sostituita con la francese Sodexo. Da mesi la procura di Genova si sta occupando di due indagini su Qui! Group: una per falso in bilancio e bancarotta fraudolenta, l’altra per truffa allo stato e frode in pubblica fornitura. Gregorio Fogliani, il titolare di Qui! Group, ha sempre detto che i debiti della società erano dovuti al grande ritardo dei pagamenti da parte della pubblica amministrazione.

Qui! Group ha più di 250 dipendenti nella sede di Genova e altri cento considerando le filiali nel resto d’Italia; contando anche i collaboratori, lavorano per la società circa mille persone. Secondo l’associazione Fiepet Confesercenti, ha un debito di almeno 32 milioni di euro.

La sede della Qui! Group e della Qui! Ticket a Genova, il 27 luglio 2018 (ANSA/LUCA ZENNARO)